Approfondimenti


LE RIMESSE DEGLI IMMIGRATI.


Le rimesse dei migranti rappresentano un fattore di sviluppo e di cooperazione internazionale importante, poiché possono contribuire alla crescita delle economie più arretrate ed hanno un impatto molto più immediato rispetto, per esempio, agli aiuti umanitari, poiché arrivano direttamente nelle mani delle famiglie che, in questo modo, aumentano il loro potere di acquisto. La Banca Mondiale stima che le rimesse ammontino al più del doppio del totale degli aiuti pubblici allo sviluppo e sono seconde solo agli Investimenti diretti all’estero. Secondo uno studio della Fondazione Leone Moressa, l’afflusso delle rimesse su larga scala rafforza la bilancia nazionale dei pagamenti e riduce la percentuale di debito da esportare.

La tabella seguente mostra l’andamento delle rimesse a livello nazionale e regionale nel periodo 2010-2014. Per entrambi i contesti si evidenzia un incremento delle rimesse dal 2010 al 2011 per poi registrare una progressiva diminuzione per gli anni successivi. Colpisce in particolare il dato per il 2013 a livello nazionale segna una diminuzione di circa un terzo delle rimesse annue pro- capite. Per quanto riguarda invece la Sardegna da notare che si passa dai quasi 2.100 euro annui pro- capite del 2011 ai 1.680 euro circa dell’anno successivo, con una flessione in termini percentuali pari a circa il – 20%.

Rimesse economiche annue degli stranieri – dato regionale e nazionale. Anni 2010-2014

  2010 2011 2012 2013 2014
Importo pro-capite annuo ITALIA €
 1.438,00 1.824,84 1.557,73 1.117,77 1.063,65
Scostamento annuale - +26,9% -14,6% -28,2% -4,8%
Importo pro-capite annuo SARDEGNA 1.780,04 2.084,08 1.679,36 1.482,79 1.384,37
Scostamento annuale - +17,1% -19,4% -11,7% -6,6%

Fonte: ns elaborazione su dati Banca d’Italia

La tabella seguente mostra invece il livello delle rimesse per provincia nel periodo 2010-2014. Così come avviene a livello regionale e nazionale, anche in questo caso si rileva una sensibile diminuzione nel tempo. Per esempio la provincia di Sassari, che è quella dove le rimesse medie annue pro-capite sono più elevate, passa dagli oltre 3.900 euro del 2010 ai poco più 2.700 euro del 2014 segnando un -31,3% nel giro di 5 anni.

Rimesse economiche annue in € degli stranieri – dati provinciali. Anni 2010-2014

  2010 2011 2012 2013 2014
Sassari 3.963,96 3.960,91  2.877,49 2.777,31 2.724,56
Nuoro 2.234,58 2.529,00  1.703,85  1.718,12 1.671,79
Cagliari 2.269,30  2.815,88 2.210,08 2.039,99 1.961,65
Oristano 1.745,99 1.738,27 1.402,59 1.070,20 1.022,68
Olbia-Tempio 216,14  453,07 644,15  365,05 139,15
Ogliastra -  152,33 443,38 312,37 354,65
Medio Campidano
6,84 2,31  3,98 - 12,43
Carbonia Iglesias - -  162,34 61,94 21,73

Fonte: ns elaborazione su dati Banca d’Italia

A livello regionale emerge che nel 2014 la comunità che ha accumulato maggiormente rimesse è quella romena (con quasi 12 milioni di euro), seguita da quella senegalese (con poco più di 10 milioni). Abbastanza distaccata risulta la comunità filippina (con oltre 3 milioni e mezzo di rimesse) e quella bengalese. Al contrario quella marocchina, seconda per numero di presenze nell’isola, si attesta al di sotto nella classifica con poco più di 2 milioni e trecento mila euro.
Tuttavia se si procede a calcolare l’importo pro-capite delle rimesse, la classifica cambia radicalmente ponendo i bengalesi al primo posto con oltre 4 mila euro pro capite annui, seguiti dai senegalesi (con oltre 2 mila e seicento euro annui pro- capite) e i pakistani con 2 mila e trecento euro annui pro-capite. I romeni trasferiscono in media patria 885 euro annui, poco meno di quanto viene risparmiato dai cinesi che si attestano sui circa 950 euro.


Rimesse per nazionalità, dato cumulativo e pro-capite – dato regionale. Anno 2014

  Rimesse complessive
Importo pro capite
Romania 11.904.000,00 885,32
Senegal 10.040.000,00  2.642,80
Filippine 3.776.000,00 1.951,42
Ucraina 2.842.000,00 1.332,40
Bangladesh 3.460.000,00 4.032,63
Repubblica Popolare Cinese
3.051.000,00 946,34
Marocco 2.331.000,00 539,71
Pakistan 2.044.000,00 2.325,37

Fonte: ns elaborazione su dati Banca d’Italia e Demo istat

A livello provinciale e sempre per il 2014 si rileva che gli immigrati con l'importo pro-capite annuo più elevato sono quelli presenti nella provincia di Sassari, seguiti da quella della provincia di Cagliari.

Fonte: Sistema degli indicatori

Site Disclaimer


Powered by Evolvere S.r.l..
Tutte le immagini e i testi sono (C) degli autori originali.

Contatti

Per informazioni sulla Rete Liantza

Per informazioni scrivere all’indirizzo Email:
Ing. Gian Nicola Saba - Email: nsaba@regione.sardegna.it
Dott. Riccardo Rosas - Email: rrosas@regione.sardegna.it
Dott.ssa Giuseppina Orani - Email: gorani@regione.sardegna.it

Social

Puoi anche seguire il progetto sulle nostre pagine di Facebook e Twitter.

                                 

Newsletter

Questo sito accetta cookie tecnici o assimilati per migliorare le funzionalità e la tua esperienza di navigazione ed utilizzo. I cookie impiegati per il funzionamento del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedi la nostra Privacy Policy.

Accetto l'utilizzo dei cookie in questo sito.